giovedì 16 marzo 2017

4^ Edizione di “Passeggiando alla riscoperta delle piante spontanee”



Il 19 Marzo ritorna l’appuntamento escursionistico di Legambiente



Sin dai primordi della sua esistenza sulla terra, l’uomo ha dovuto comprendere come la propria sopravvivenza fosse in stretta relazione con la natura circostante che, se rispettata, poteva assicurargli sostentamento, cibo e protezione. Le necessità primarie di sussistenza e l’intuito, gli hanno perciò fornito da subito gli elementi fondamentali per capire che la convivenza positiva ed in simbiosi con il creato o con il meraviglioso ciclo della vita esistente sul pianeta terra, andasse rigorosamente rispettato e curato per preservarne gli equilibri.

Se osserviamo ciò che ci circonda, molto invece denota che l’umanità stia dimenticando questa lezione, pur fondamentale per la propria sopravvivenza e continui imperterrita a porre in atto comportamenti irrazionali e poco lungimiranti, che rischieranno di rendere infine inabitabile l’unico pianeta a disposizione e ponendo le basi per la sua stessa... estinzione!

Diventa allora imperativo ed urgente, prendere finalmente coscienza che i cambiamenti nel modo di vivere, inquinare, nel prelievo insensato di risorse, devono avvenire per convergenza degli sforzi individuali di ciascuno di noi, onde tentare di ripristinare quell’originale armonia esistente in natura ed in tutti gli eco-ambienti terrestri o marini.   

Questa nostra “Madre Terra” del resto, nonostante il nostro dissennato operare, continua ad elargire copiosamente i suoi doni naturali fornendo tutto il necessario per poterci nutrire e curare, per sopravvivere anche in tempi di crisi economica o carestie e basterebbe saper gestire con saggezza ed oculatezza queste risorse per assicurarci un futuro sereno.   

L’uomo è sempre stato quindi un “raccoglitore” e, dopo millenni di esperienza accumulata, ha costituito un cospicuo bagaglio di conoscenza sull’uso delle piante ad uso alimentare, poi finalmente oggetto di un ricco trattato “De alimenti urgentia - Alimurgia” del 1767, scritto dal medico-naturalista fiorentino Giovanni Targioni Tozzetti, il quale si era reso conto della maggiore capacità di sopravvivere alle carestie, nelle comunità rurali che potevano integrare la propria alimentazione utilizzando le piante spontanee. 

E’ fondamentale tentare di non disperdere il sapere antico di queste conoscenze, utilizzando sia l’esperienza tramandata dagli anziani che le ampie banche dati oggi disponibili sul web e contribuendo alla diffusione tra la popolazione, di informazioni su raccolta selettiva ed uso delle piante spontanee rigogliose sul nostro territorio murgiano e di cui, per molte specie, si è già persa la cultura del consumo.

Importante anche sottolineare che in periodi con scarsa disponibilità di lavoro e reddito di molte famiglie, con minori capacità di acquisto, un aiuto al sostentamento può giungere proprio riscoprendo ed utilizzando queste piante di cui il nostro territorio è ricco, che consentono a costo zero un’alimentazione salutare, varia e gustosa.

Il Circolo Legambiente di Cassano, nel chiaro intento di divulgare che il rispetto per il nostro territorio è una priorità fondamentale, da perseguire con convinzione e saggezza derivanti dall’obbligo morale ed etico di preservarlo per le future generazioni, ripropone la 4^ edizione di “Passeggiando alla riscoperta delle piante spontanee”, escursione naturalistica lungo la Lama del torrente Badessa (affluente del Picone) ed il Bosco di Grottagiglio, un’area dalle caratteristiche di vero e proprio “Paradiso alimurgico”.

L’appuntamento è per il 19 Marzo alle ore 8.15, nei pressi del Liceo Scientifico Leonardo Da Vinci, in via Padre Centrullo a Cassano, per il successivo trasferimento nell’area di sosta delle auto per la partenza a piedi. Il tracciato (4-5 km ca.) presenta qualche asperità (pietre, erba e radici) che consigliano l’uso di scarpe da trekking o dotate di protezione per le caviglie.

Termine escursione previsto per le ore 13.00.

La prenotazione è gradita e consigliata ai seguenti recapiti:

lunedì 30 gennaio 2017

TESSERAMENTO 2017: #RIGENERIAMOCI

Al via la campagna tesseramento di Legambiente per il 2017, al grido di #RIGENERIAMOCI!!

Cari amici e soci, passateci a trovare presso la nostra sede in piazza Galileo Galilei angolo via Cadorna (nei pressi del Cinema) per rinnovare la tessera associativa o diventare socio per la prima volta, ma anche per conoscere i prossimi eventi. 

Saremo disponibili, previo appuntamento, nei seguenti giorni e orari:

Giovedì e Venerdì: 17:00 – 19:00

Scriveteci a: legambientecassano@gmail.com

Ci aspetta un altro anno insieme ricco di progetti, iniziative e sfide!


Legambiente Cassano


giovedì 29 settembre 2016

LEGAMBIENTE CASSANO, ASSOCIAZIONI e RICHIEDENTI ASILO INSIEME PER PULIAMO CASSANO


Anche quest’anno, Legambiente Cassano, con l’intento, forte e radicato, di promuovere la sensibilità ambientale dei cittadini e delle stesse istituzioni e di conseguenza contribuire alla tutela e valorizzazione del territorio, ha organizzato, per il quarto anno consecutivo, il puntuale evento settembrino denominato Puliamo Cassano, che rientra nell’ambito della grande iniziativa di volontariato ambientale promossa in Italia da Legambiente: Puliamo il Mondo. La manifestazione si è svolta nella mattinata di domenica 25 e ha raccolto l’impegno e la partecipazione di molti volontari, tra cui alcuni giunti da Modugno e Polignano, studenti, alcune mamme che hanno accompagnato i loro bambini, associazioni e soprattutto moltissimi richiedenti asilo ospitati presso i centri SPRAR di Cassano, Grumo e Sannicandro (circa quaranta ragazzi).


Tra i volontari, avremmo preferito vedere la partecipazione operativa e con i “guanti alla mano”, di tutto o almeno qualcuno, degli amministratori comunali, magari di maggioranza e opposizione, al fine di stimolare e rafforzare il rapporto di collaborazione tra cittadinanza e istituzioni locali.

Tuttavia dobbiamo, anche, riscontrare una bassissima adesione all’iniziativa, da parte degli stessi cittadini cassanesi, che al contrario, sono molto attivi sulla rete a segnalare le tante situazioni di degrado presenti sul territorio. Cosa giusta e doverosa ma come associazione, siamo altrettanto convinti che, a volte, sia necessaria una mobilitazione straordinaria a tutela del nostro territorio che porti la collettività.. i cittadini, a scendere in campo per dimostrare, con gesti concreti e simbolici, la grande voglia di cambiamento ecologico e di rigenerazione urbana purtroppo distante dalla politica delle parole e degli annunci:

“Siamo noi, singoli e semplici cittadini, con le nostre“piccole” azioni quotidiane, a rendere possibile, o meno, i cambiamenti”


Pertanto domenica 25 settembre alle ore 8.30 nei pressi dell’ex Cava (Viale della Repubblica)  si è provveduto a distribuire i Kit di pulizia offerti dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia: guanti, magliette e berretti gialli e sacchi per la raccolta dei rifiuti. Subito dopo i partecipanti hanno iniziato le operazioni di pulizia con la pronta raccolta di grandi quantità di rifiuti.


Sono state raccolte circa 9 tonnellate di indifferenziato e 1 carrellato da 660 litri di vetro (dati forniti dal Settore Urbanistica e Ambiente – Risorse Tecnologiche).


Inoltre sono stati recuperati vari tipi di materiali ingombranti (un divano, una slot macchine, ventilatori, sedie, tavoli, pezzi di carrozzeria, elettrodomestici, giocattoli) oltre alla presenza di molti materiali di scarti edili.

Le operazioni di pulizia si sono concluse alle ore 12.00 al fine di favorire la raccolta dei rifiuti, depositati nei bidoni carrellati e sacchi, da parte degli operatori specializzati.

Successivamente e come da abitudine i volontari di Legambiente Cassano, hanno posizionato una targa in legno riciclato con scritto: “AREA PULITA” nella speranza che questa meravigliosa zona possa essere riqualificata e resa partecipata ai cittadini e ai turisti osteggiando così l’abbandono selvaggio dei rifiuti tra la natura.

Un sentito ringraziamento va a tutti i partecipanti, ai volontari di Legambiente Polignano per la loro trasferta e importante collaborazione, agli Scout Avventisti (AISA) e AGESCI per il loro immancabile e pratico sostegno e ai tantissimi ed entusiasti ragazzi dei centri SPRAR che armati di sorriso e tanto voglia di fare hanno dato una grande mano a ripulire l’intera area per promuovere con gesti concreti la convivenza tra persone che abitano lo stesso territorio. L’edizione di quest’anno infatti è dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere, con l’obiettivo di “pulire il mondo anche da tutti quei muri” che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti, di ridisegnare insieme nuovi spazi urbani più sostenibili, innovativi e inclusivi e promuovere il dialogo e lo scambio interculturale per creare reti territoriali tra cittadini di ogni età e provenienza.

Infine si ringrazia il Comune di Cassano delle Murge per il patrocinio gratuito e il Parco Nazionale dell'Alta Murgia per la collaborazione con Legambiente a diffondere le buone pratiche di sostenibilità ambientale.

“Prendersi Cura di un Territorio rende tutti Cittadini di Fatto”