giovedì 29 settembre 2016

LEGAMBIENTE CASSANO, ASSOCIAZIONI e RICHIEDENTI ASILO INSIEME PER PULIAMO CASSANO


Anche quest’anno, Legambiente Cassano, con l’intento, forte e radicato, di promuovere la sensibilità ambientale dei cittadini e delle stesse istituzioni e di conseguenza contribuire alla tutela e valorizzazione del territorio, ha organizzato, per il quarto anno consecutivo, il puntuale evento settembrino denominato Puliamo Cassano, che rientra nell’ambito della grande iniziativa di volontariato ambientale promossa in Italia da Legambiente: Puliamo il Mondo. La manifestazione si è svolta nella mattinata di domenica 25 e ha raccolto l’impegno e la partecipazione di molti volontari, tra cui alcuni giunti da Modugno e Polignano, studenti, alcune mamme che hanno accompagnato i loro bambini, associazioni e soprattutto moltissimi richiedenti asilo ospitati presso i centri SPRAR di Cassano, Grumo e Sannicandro (circa quaranta ragazzi).


Tra i volontari, avremmo preferito vedere la partecipazione operativa e con i “guanti alla mano”, di tutto o almeno qualcuno, degli amministratori comunali, magari di maggioranza e opposizione, al fine di stimolare e rafforzare il rapporto di collaborazione tra cittadinanza e istituzioni locali.

Tuttavia dobbiamo, anche, riscontrare una bassissima adesione all’iniziativa, da parte degli stessi cittadini cassanesi, che al contrario, sono molto attivi sulla rete a segnalare le tante situazioni di degrado presenti sul territorio. Cosa giusta e doverosa ma come associazione, siamo altrettanto convinti che, a volte, sia necessaria una mobilitazione straordinaria a tutela del nostro territorio che porti la collettività.. i cittadini, a scendere in campo per dimostrare, con gesti concreti e simbolici, la grande voglia di cambiamento ecologico e di rigenerazione urbana purtroppo distante dalla politica delle parole e degli annunci:

“Siamo noi, singoli e semplici cittadini, con le nostre“piccole” azioni quotidiane, a rendere possibile, o meno, i cambiamenti”


Pertanto domenica 25 settembre alle ore 8.30 nei pressi dell’ex Cava (Viale della Repubblica)  si è provveduto a distribuire i Kit di pulizia offerti dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia: guanti, magliette e berretti gialli e sacchi per la raccolta dei rifiuti. Subito dopo i partecipanti hanno iniziato le operazioni di pulizia con la pronta raccolta di grandi quantità di rifiuti.


Sono state raccolte circa 9 tonnellate di indifferenziato e 1 carrellato da 660 litri di vetro (dati forniti dal Settore Urbanistica e Ambiente – Risorse Tecnologiche).


Inoltre sono stati recuperati vari tipi di materiali ingombranti (un divano, una slot macchine, ventilatori, sedie, tavoli, pezzi di carrozzeria, elettrodomestici, giocattoli) oltre alla presenza di molti materiali di scarti edili.

Le operazioni di pulizia si sono concluse alle ore 12.00 al fine di favorire la raccolta dei rifiuti, depositati nei bidoni carrellati e sacchi, da parte degli operatori specializzati.

Successivamente e come da abitudine i volontari di Legambiente Cassano, hanno posizionato una targa in legno riciclato con scritto: “AREA PULITA” nella speranza che questa meravigliosa zona possa essere riqualificata e resa partecipata ai cittadini e ai turisti osteggiando così l’abbandono selvaggio dei rifiuti tra la natura.

Un sentito ringraziamento va a tutti i partecipanti, ai volontari di Legambiente Polignano per la loro trasferta e importante collaborazione, agli Scout Avventisti (AISA) e AGESCI per il loro immancabile e pratico sostegno e ai tantissimi ed entusiasti ragazzi dei centri SPRAR che armati di sorriso e tanto voglia di fare hanno dato una grande mano a ripulire l’intera area per promuovere con gesti concreti la convivenza tra persone che abitano lo stesso territorio. L’edizione di quest’anno infatti è dedicata all’integrazione e all’abbattimento delle barriere, con l’obiettivo di “pulire il mondo anche da tutti quei muri” che frenano lo sviluppo dei diritti e la diffusione del benessere per tutti, di ridisegnare insieme nuovi spazi urbani più sostenibili, innovativi e inclusivi e promuovere il dialogo e lo scambio interculturale per creare reti territoriali tra cittadini di ogni età e provenienza.

Infine si ringrazia il Comune di Cassano delle Murge per il patrocinio gratuito e il Parco Nazionale dell'Alta Murgia per la collaborazione con Legambiente a diffondere le buone pratiche di sostenibilità ambientale.

“Prendersi Cura di un Territorio rende tutti Cittadini di Fatto”